La manifattura nell’era digitale | KPMG | IT
close
Share with your friends

La manifattura nell’era digitale

La manifattura nell’era digitale

La trasformazione domina l’agenda degli amministratori delegati del settore manifatturiero, secondo il Global Manufacturing Outlook del 2018 di KPMG.

1000

Altri contenuti

Il 66% degli amministratori delegati e dirigenti dell’industria manifatturiera a livello globale afferma che l’agilità è la nuova ‘valuta’ del business: chi non sarà agile fallirà. Le tecnologie digitali stanno infatti creando enormi opportunità di crescita e trasformazione per il settore, ma solo poche aziende le stanno sfruttando al meglio.

Giunto all’ottava edizione, il sondaggio KPMG Global Manufacturing Outlook dimostra che occorre definire al più presto una strategia di trasformazione digitale completa: nonostante i CEO siano determinati a guidare le loro organizzazioni nel futuro digitale, il 70% ritiene che i tempi necessari per indirizzare la propria organizzazione verso una nuova direzione siano scoraggianti.

Mentre i CEO riconoscono la necessità di stare al passo con i disruptors del mercato, tuttavia molti amministratori delegati non hanno ancora intrapreso i passi necessari per cambiare radicalmente i modi tradizionali di fare business e solo il 33% ammette che la propria organizzazione stia lottando per tenere il passo con l’innovazione tecnologica.

Nonostante tutto, i CEO del settore manifatturiero a livello globale sono positivi in merito alle opportunità di cambiamento e crescita: il 95% ritiene, infatti, che la quarta rivoluzione industriale sia un’opportunità e non una minaccia.

I produttori si trovano in fasi di trasformazione molto diverse e, sebbene alcuni si siano organizzati bene e siano partiti in anticipo, molti sono sopraffatti dal grande cambiamento richiesto per realizzare i benefici della digitalizzazione. Per intraprendere i cambiamenti associati alla digital transformation, i produttori devono avere una visione chiara e di lungo periodo, nonché un piano dettagliato per cogliere le opportunità e superare le sfide.

Le macchine incrementeranno i posti di lavoro

Le prospettive della forza-lavoro nel settore manifatturiero sono positive: il 66% degli intervistati concorda sul fatto che l’Intelligenza Artificiale (AI) creerà più posti di lavoro di quanti ne distruggerà e la stessa percentuale prevede che i data scientists saranno i professionisti più richiesti nel settore produttivo. L’AI è considerata dagli amministratori delegati come un vantaggio strategico. Per ottenere tutti i benefici della trasformazione digitale occorre una strategia che includa l’intera organizzazione: ciò comporta l’adozione di nuove tecnologie nel back office, nei singoli reparti e nelle supply chains.

La sicurezza informatica è fondamentale

Anche i CEO della produzione manifatturiera percepiscono il rischio di attacchi informatici come reale e inevitabile. Le preoccupazioni relative alla sicurezza informatica sono maggiori nel settore della produzione manifatturiera rispetto ad altri settori: solo il 50% si sente ben preparato a identificare nuove minacce informatiche. Dal momento che i produttori si affidano sempre più alla connettività tra sistemi e processi e, soprattutto, tra fornitori e partner, sono tante le aree di vulnerabilità da proteggere. La prontezza a rispondere a qualsiasi evento cibernetico dovrebbe andare di pari passo all’implementazione di nuove tecnologie.

La globalizzazione offre sia opportunità che minacce

Il 55% dei CEO concorda sul fatto che l’emergere dei nazionalismi e il ritorno al territorialismo sono la più grande minaccia alla crescita del business (prima ancora della cybersecurity e della tecnologia disruptive). Le incertezze geopolitiche di oggi hanno un effetto molto più preoccupante sul settore manifatturiero rispetto ad altri settori, dal momento che gli amministratori delegati vedono la penetrazione nei mercati emergenti (Europa dell’Est, America Centrale e Asia Pacifica) come una fonte di crescita per i prossimi tre anni.Il cammino da percorrere è lungo: i produttori devono abbracciare il nuovo e trasformarsi, utilizzando le ultime tecnologie disponibili, che si tratti di data analytics, robotica, stampa 3D, analisi avanzata, intelligenza artificiale, realtà aumentata, internet of things, cloud o blockchain.

Nota metodologica

Il report 2018 Global Manufacturing Outlook si basa su interviste a 300 CEO del settore manifatturiero a livello globale. Questi dati sono parte della CEO Outlook 2018, l’indagine condotta da Forbes Insights per conto di KPMG International, all’inizio del 2018, su 1.300 amministratori delegati in 11 paesi.

Contattaci

 

Per maggiori informazioni

 

Invia