Gli investimenti nel fintech raggiungono i 57,9 mld/$ | KPMG | IT
close
Share with your friends

Gli investimenti nel fintech a livello globale raggiungono i 57,9 miliardi di Dollari nella prima metà del 2018

Analisi semestrale degli investimenti nel fintech.

Gli investimenti nella financial technology industry a livello globale nel primo semestre del 2018 hanno già superato i risultati del 2017.

1000

Altri contenuti

Gli investimenti nel settore fintech a livello globale sono cresciuti a un ritmo record nella prima metà del 2018, con 57,9 miliardi di Dollari per 875 operazioni, un aumento significativo rispetto ai 38,1 miliardi di Dollari investiti in tutto il 2017.

Tra gli highlight del primo semestre spiccano due operazioni particolarmente rilevanti: il record di 14 miliardi di Dollari di finanziamenti di venture capital (VC) raccolti da Ant Financial e l’acquisizione di WorldPay da parte di Vantiv per 12,9 miliardi di Dollari nel primo trimestre.

Il volume complessivo degli affari è stato ‘robusto’, passando dalle 834 operazioni del secondo semestre del 2017 alle 875 operazioni nel primo semestre del 2018.

Inoltre, a livello globale, la dimensione media dei finanziamenti di venture capital in fase late stage è balzata a 25 milioni di Dollari nell’H1’18, rispetto alla media annuale di 14 milioni di Dollari registrata nel 2017. Anche le dimensioni delle operazioni in fase early stage sono aumentate, da una media di 5 milioni di Dollari nel 2017 a 9,2 milioni di Dollari a metà del 2018.

Stanno suscitando un interesse crescente numerosi sotto-settori fintech, tra cui intelligenza artificiale (AI) e regtech, che si rivolgono all’intero spettro del settore dei servizi finanziari.

Non solo stanno aumentando gli investimenti in tecnologie emergenti quali intelligenza artificiale e regtech, ma si sta anche cercando di combinare e incorporare le capacità fintech in più ampi programmi di digital transformation.

I venture capitalist sono entusiasti di finanziare start-up di fintech attraverso un’ampia gamma di sotto-settori fintech, ma anche l’attività di M&A sta crescendo. L’attuale attività di fusione e acquisizione è senza dubbio la più attiva vista sino ad oggi.

Queste le principali evidenze del primo semestre del 2018

  • Gli investimenti nel settore fintech (PE, VC e M&A) a livello globale sono più che raddoppiati: da 22 miliardi di Dollari nella seconda metà del 2017 a un nuovo record di 57,9 miliardi di Dollari nel primo semestre del 2018, risultato sostenuto da nove mega deal da 1 miliardo di Dollari ciascuno.
  • Le prime quattro operazioni europee di fintech hanno registrato un investimento complessivo di 22,4 miliardi di Dollari, inclusa l’acquisizione di WorldPay da 12,9 miliardi di Dollari da parte di Vantiv, con sede nel Regno Unito.
  • Nel primo semestre del 2018, gli investimenti in società di fintech in Asia hanno raggiunto 16,8 miliardi di Dollari per 162 operazioni, un aumento considerevole rispetto alle 119 operazioni nell’H2’17.
  • Il volume delle operazioni di venture capital nel settore fintech è rimasto relativamente stabile dall’inizio del 2015, con un lieve aumento a 653 operazioni nel primo semestre del 2018.
  • La dimensione media delle operazioni di VC nella fase late stage nel settore fintech è aumentate notevolmenta: da 14 milioni di Dollari nel 2017 a 25 milioni di Dollari nell’H1’18.

Le prime quattro operazioni in Europa ammontano a 22 miliardi di Dollari

In Europa, nel primo semestre del 2018, il totale degli investimenti in aziende di fintech ha raggiunto quota 26 miliardi di Dollari per 198 operazioni, alimentato dalle importanti operazioni di WorldPay, Nets, iZettle e IRIS software, che complessivamente hanno registrato 22,4 miliardi di Dollari del totale europeo. Tuttavia, mentre il controvalore delle operazioni ha raggiunto un nuovo picco in Europa, il numero delle operazioni è diminuito, passando da 268 operazioni nel secondo semestre del 2017 a 198 operazioni nel primo semestre del 2018.

Il Regno Unito domina la classifica europea, con 16,1 miliardi di Dollari e cinque delle prime 10 posizioni, nonostante le preoccupazioni in merito ai negoziati sulla Brexit. Anche il crescente ecosistema fintech scandinavo è stato ben rappresentato dalle acquisizioni di Nets (Danimarca), iZettle (Svezia) e Nordax Group (Svezia), tra le prime dieci posizioni nel primo semestre del 2018.

Spiccano i sotto-settori dei sistemi di pagamento e del regtech

I sistemi di pagamento, uno dei sotto-settori più maturi del mondo fintech, hanno registrato grandi uscite nel primo semestre del 2018, tra cui le initial public offering (IPO) di successo da EVO Payments e GreenSky, l’acquisizione di iZettle da parte di Paypal di 2,2 miliardi di Dollari e l’acquisizione di WorldPay nel Regno Unito da parte di Vantiv. Anche il settore regtech è partito alla grande nel primo semestre del 2018, con investimenti per un totale di 1,37 miliardi di Dollari che hanno già superato il totale del 2017.

La blockchain va oltre la sperimentazione

La blockchain ha continuato a richiamare una notevole attenzione da parte degli investitori nel primo semestre del 2018, con investimenti focalizzati su società più ‘mature’ piuttosto che su nuovi operatori del mercato. Durante la prima metà del 2018, sono stati registrati grandi round in società blockchain, tra cui 100 milioni di Dollari a R3 e Circle Internet Finance negli Stati Uniti, e 77 milioni di Dollari a Ledger in Francia.

Grandi prospettive future per l’investimento nel settore fintech

Per la seconda metà del 2018 si prevede che gli investimenti nel settore fintech rimarranno solidi, dato il considerevole capitale in attesa di essere investito, la crescente varietà di hub di fintech in tutto il mondo e il numero cospicuo di aziende che cercano di sfruttare il fintech per guidare l’innovazione.

 

 

Scarica l’infografica: Pulse of Fintech H1' 2018

Contattaci

 

Per maggiori informazioni

 

Invia