Solido avvio del 2018 per il mercato venture capital | KPMG | IT
close
Share with your friends

Solido avvio del 2018 per il mercato del venture capital, con un investimento globale di 49,3 mld/$

Solido avvio del 2018 per il mercato venture capital

KPMG Venture Pulse Q1 2018

1000

Altri contenuti

  • Il primo trimestre del 2018 è il secondo trimestre con maggiori investimenti di venture capital (VC)
  • Aumentano le dimensioni medie delle operazioni 
  • Gli Stati Uniti continuano a dominare il mercato di VC a livello globale, con investimenti pari a 28,2 miliardi di Dollari
  • Gli unicorn raccolgono 14 miliardi di Dollari con 32 operazioni

 

Milano, 24 aprile 2018 – Il 2018 ha registrato un avvio molto positivo, con 49,3 miliardi di Dollari di investimenti in venture capital (VC) a livello globale per 2.661 operazioni nel primo trimestre, il secondo per entità degli investimenti.

L’investimento record di 29,4 miliardi di Dollari nelle Americhe – di cui 28,2 miliardi di Dollari solo negli Stati Uniti – insieme a elevati investimenti in Asia, ha contribuito ad alimentare il forte mercato del venture capital.

Nonostante la flessione del numero delle operazioni di venture capital, la dimensione media delle operazioni a livello globale è aumentata per ogni fase, raggiungendo quota 1,3 milioni di Dollari per le operazioni nella fase angel/seed, 7,7 milioni di Dollari per le operazioni early stage, e 15 milioni di Dollari per le operazioni later stage.

Sono queste le principali evidenze che emergono dall’ultima edizione del rapporto trimestrale KPMG sulle tendenze di venture capital a livello globale, Venture Pulse Q1 2018.

Principali evidenze del primo trimestre 2018

  • Gli investimenti di venture capital a livello globale sono passati dai 46 miliardi di Dollari del quarto trimestre del 2017 ai 49,3 miliardi di Dollari nel primo trimestre del 2018, un solido aumento sostenuto da 5 maxi-operazioni da 1 miliardo di Dollari ciascuna. 
  • Il numero di operazioni di venture capital a livello globale è diminuito per il quarto trimestre consecutivo, passando da 3.286 operazioni nel quarto trimestre del 2017 a 2.661 nel primo trimestre del 2018. Il numero di operazioni di VC, ad oggi, è circa la metà rispetto al picco di 5.480 operazioni raggiunto nel primo trimestre del 2015. 
  • Nel primo trimestre del 2018, le Americhe hanno stabilito un nuovo record di investimenti di venture capital, con 29,4 miliardi di Dollari per 1.782 operazioni. Asia ed Europa hanno rispettivamente registrato 14,6 miliardi di Dollari per 317 operazioni e 5,2 miliardi di Dollari per 548 operazioni.
  • Le operazioni di Corporate Venture Capital hanno stabilito un nuovo record per il secondo trimestre consecutivo, passando da un’incidenza del 18,5% nel quarto trimestre del 2017 a 21% nel primo trimestre del 2018. 
  • Gli unicorn – società non quotate che hanno raggiunto una capitalizzazione di almeno un miliardo di Dollari – hanno attratto una quantità significativa di investimenti, per un totale di 14 miliardi di Dollari per 32 operazioni
  • Due unicorni si sono quotati alla fine del primo trimestre del 2018: Zscaler, fornitore di soluzioni per la sicurezza cibernetica, e Dropbox, provider di memoria in cloud. Entrambe le aziende hanno visto risultati positivi fino ad oggi. Con Spotify e Funding Circle, provider di prestiti online con sede nel Regno Unito, potrebbe aprirsi il mercato delle offerte pubbliche iniziali (IPO, Initial Public Offering).

Cresce la competizione nel settore dei servizi di trasporto automobilistico privato

Questo settore ha attirato massicci investimenti di venture capital nel primo trimestre del 2018. Quattro delle cinque maggiori operazioni del trimestre appartengono al settore, tra cui: 2,5 miliardi di Dollari registrati da Grab, con sede a Singapore; 1,7 miliardi di Dollari raccolti da Lyft, con sede negli Stati Uniti; 1,5 miliardi di Dollari registrati da GO-JEK, con sede in Indonesia; 1,25 miliardi di Dollari raccolti da Uber, con sede negli Stati Uniti. Il costruttore di auto elettriche Faraday Future chiude la top5, registrando 1,5 miliardi di Dollari.

L’investimento di VC in Europa rimane alto

In Europa, il primo trimestre del 2018, con 5,2 miliardi di Dollari di investimenti di venture capital, si è attestato come il quarto trimestre per dimensione degli investimenti. Il numero di operazioni europee di venture capital ha continuato a diminuire, scendendo a 548 operazioni, meno della metà del numero di operazioni registrate nello stesso trimestre dello scorso anno.

La grande attività al di fuori del Regno Unito ha contribuito a mantenere elevati gli investimenti di venture capital in Europa, sebbene l’Irlanda sia in controtendenza, con investimenti in forte aumento, trimestre dopo trimestre, che hanno raggiunto quota 162 milioni di Dollari. La Germania ha registrato il suo secondo trimestre più alto per investimenti di venture capital: poco meno di 1,5 miliardi di Dollari, guidati da un aumento di 560 milioni di Dollari da parte di Auto1 Group. La Francia ha raggiunto un nuovo massimo di 767 milioni di Dollari di investimenti di venture capital, consolidando ulteriormente la sua crescente importanza come leader dell’innovazione in Europa. Anche la Spagna ha visto un trimestre forte, sostenuto principalmente da un aumento di 160 milioni di Dollari da parte di Cabify.

L’outlook per il 2018: forti aspettative e grandi attese

Guardando al futuro e, in particolare, al secondo trimestre del 2018, ci sono parecchi segnali positivi che fanno ritenere che il mercato globale VC continuerà ad aumentare in termini di investimenti, con un crescente interesse per autotech, intelligenza artificiale (AI), healthtech. 

L’AI continuerà a essere una grande scommessa per gli investitori VC a livello globale, grazie alla sua ampia applicabilità in tutti i settori. In particolare, in campo sanitario, l’AI ha tutto il potenziale per promuovere un modello completamente nuovo per la fornitura di assistenza sanitaria, anche se, nel breve termine, sarà principalmente utilizzato come meccanismo per integrare i servizi esistenti ed estendere il raggio d’azione degli operatori sanitari.

Contattaci

 

Per maggiori informazioni

 

Invia