Il barometro delle imprese familiari europee | KPMG | IT
close
Share with your friends

Il barometro delle imprese familiari europee

Il barometro delle imprese familiari europee

L’edizione 2018 del sondaggio annuale KPMG che coinvolge oltre 1.500 imprese familiari di 26 paesi europei.

1000

Partner, KPMG S.p.A.

KPMG in Italy

Contatti

Altri contenuti

Il barometro delle imprese familiari europee

Le imprese familiari hanno un ruolo essenziale nell’economia europea, ma il loro contributo è spesso sottovalutato. Le imprese familiari forniscono una prospettiva importante sulla salute dell’economia e sul clima di fiducia delle aziende, rappresentando un interessante barometro per il futuro.

Nella settima edizione del sondaggio annuale ‘Il barometro delle imprese familiari europee’, European Family Businesses (EFB) e KPMG analizzano le aspettative delle imprese familiari su temi cruciali, quali la fiducia nel futuro, la crescita e le sfide operative. Il sondaggio ha coinvolto oltre 1.500 imprese familiari provenienti da 26 paesi europei.

Un clima di fiducia e ottimismo

Le evidenze emerse dal sondaggio confermano l’atteggiamento di fiducia da parte degli imprenditori e il loro ottimismo sul futuro. Il 73% dei partecipanti alla survey ha una percezione positiva dell’evoluzione reddituale della propria azienda nel prossimo anno, una percentuale che si rivela ancora superiore nelle aziende di maggiori dimensioni. In questo scenario il Regno Unito rappresenta un’importante eccezione: i timori legati alla Brexit hanno portato le imprese familiari britanniche ad adottare un approccio attendista, a causa delle difficoltà di stabilire l’effettivo impatto che l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea avrà sulle aziende.

Le principali sfide per le imprese familiari

Le imprese familiari si trovano oggi ad affrontare importanti sfide in diversi ambiti: i partecipanti al sondaggio hanno indicato soprattutto la ‘guerra dei talenti’ (53% dei rispondenti), l’aumento del costo del lavoro (36%) e l’instabilità politica (36%). Le imprese familiari devono attrarre talenti con competenze specialistiche in uno scenario competitivo sempre più globalizzato. Devono operare in un contesto legislativo in continua evoluzione, individuando nuovi modelli operativi per adattarsi ai cambiamenti in atto. L’instabilità politica e la disruption tecnologica contribuiscono ad aumentare l’incertezza.

Un nuovo stile di leadership

Uno dei momenti chiave della crescita delle imprese familiari è rappresentato dal passaggio generazionale. I fondatori spesso mantengono un ruolo attivo nell’impresa anche oltre i 70 anni, mentre la nuova generazione deve trovare il suo spazio all’interno dell’azienda. Un passaggio graduale consente alle due generazioni di lavorare insieme per diversi anni, mantenere intatti i rapporti commerciali con clienti e fornitori, garantire il trasferimento delle conoscenze alla base del business e introdurre gradualmente ogni cambiamento.

Le priorità delle imprese familiari

Secondo i risultati del sondaggio, le priorità delle imprese familiari nei prossimi due anni sono migliorare la redditività (49%) e aumentare il fatturato (38%). Le imprese familiari sono consapevoli dell’importanza dell’innovazione quale strumento per favorire la crescita. Oltre ad assumere nuovi talenti con competenze specialistiche, le imprese familiari hanno iniziato a creare partnership con altre aziende per mettere a fattor comune conoscenze ed esperienze. Le imprese familiari hanno la capacità di ricavare maggior valore dagli investimenti effettuati, dimostrando di essere molto più efficienti nei processi di innovazione. Investire nell’impresa per finanziare l’innovazione rappresenterà una priorità strategica anche per le prossime generazioni di imprenditori.

 

 

Leggi i risultati del sondaggio KPMG ‘Il barometro delle imprese familiari europee’ scaricando il PDF.

Contattaci

 

Per maggiori informazioni

 

Invia