In farmacia per i bambini

In Farmacia

In alcune aree del mondo gli ospedali non riescono a soddisfare le necessità di cura della popolazione, a causa di scarsi rifornimenti di medicinale.

In alcune aree del mondo gli ospedali non riescono a soddisfare le necessità di cura.

A pagarne le conseguenze sono spesso i bambini, magari orfani, che non hanno alcun modo per far valere il proprio diritto alla salute. La Fondazione Francesca Rava conosce molto bene questa realtà. Nel 2013 è nata, infatti, l'idea di dedicare una giornata alla raccolta dei prodotti pediatrici di prima necessità, presso le farmacie italiane.

Nel 2016, in occasione della quarta edizione, hanno partecipato all'iniziativa 1.280 farmacie in tutta Italia e sono stati raccolti 163.000 farmaci ad uso pediatrico e prodotti baby care. Inoltre hanno beneficiato della raccolta 283 case famiglia e enti che sostengono i bambini sull'intero territorio nazionale, dove purtroppo si registra una crescente povertà sanitaria, e l'ospedale pediatrico NPH St. Damien di Haiti.

KPMG, già impegnata con la Fondazione Francesca Rava sul tema dell'abbandono neonatale, è lo sponsor principale di questa iniziativa ed è scesa in campo con 50 volontari in 33 città italiane.

Infatti, oltre alla raccolta, sono stati distribuiti 250.000 carte dei diritti dei bambini con un approfondimento sul progetto comune ninna ho.

Chi volesse partecipare è invitato a scaricare il modulo o contattare direttamente la Fondazione.
 

Contatta la Fondazione Francesca Rava

Scarica l'elenco completo delle farmacie che aderiscono al progetto.

Giornata Mondiale dei Diritti dell'Infanzia

Il 20 novembre 1989 le Nazioni Unite approvarono all'unanimità i 54 articoli della Convenzione Internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

 
Per saperne di più

ninna ho

Approfondisci sul sito dedicato al progetto ninna ho.

 
Per saperne di più

Contattaci

 

Per maggiori informazioni

 

Invia